Il dolore all’anca non ti lascia dormire la notte?

Il dolore all’anca può ridurre le attività quotidiane, come salire le scale o alzarsi da una posizione seduta. Man mano che la degenerazione dell’articolazione peggiora, ci può essere anche una situazione in cui il dolore interrompe il sonno durante la notte. Se il dolore articolare non ti permette di dormire, è tempo di trovare una soluzione definitiva al problema. Secondo i chirurghi ortopedici, la sostituzione chirurgica dell’anca è l’unica procedura che fornisce oltre il 90% di sicurezza per eliminare efficacemente il dolore.

La decisione sulla sostituzione totale o parziale dell’anca è presa sulla base dei sintomi percepiti: gravità del dolore, grado di disabilità, grado di danno all’anca. La tecnologia delle protesi d’anca è successivamente migliorata e il numero di procedure eseguite aumenta di anno in anno. Prima di prendere una decisione definitiva su un intervento chirurgico, il medico deve prendere in considerazione altri trattamenti, come ad esempio terapia fisica o antidolorifici.

Come ridurre il dolore all’anca?

  • È molto importante mantenere un peso corporeo sano. I giunti sovraccaricati sono soggetti a danni e si consumano più velocemente. Pertanto, se sei in sovrappeso, riduci il peso corporeo. La perdita di peso in eccesso andrà a beneficio di tutto il corpo – cuore, cervello, muscoli e ossa.
  • Il prossimo elemento importante nella lotta contro il dolore articolare è l’esercizio fisico, che può effettivamente portare sollievo al dolore. Evita gli esercizi che causano forti dolori. È meglio fare esercizi sotto la supervisione di un fisioterapista esperto.
  • Se avverti un forte dolore, concediti la giusta quantità di tempo per riposarti e riprenderti. Il resto dovrebbe durare da almeno 24 a 48 ore prima di tornare al precedente livello di attività.
  • Gli impacchi di ghiaccio portano sollievo se il dolore è causato dall’infiammazione dell’articolazione. Se il dolore è molto fastidioso, gli impacchi di ghiaccio possono essere utilizzati fino a quattro o cinque volte al giorno per circa 15 minuti.
  • Gli integratori alimentari possono accelerare la rigenerazione della cartilagine danneggiata e alleviare il dolore alle articolazioni. I più utili sono i prodotti contenenti glucosominę e condroitina.
  • Gli antidolorifici possono anche aiutare. Le compresse con ibuprofene, che possono essere acquistate in farmacia senza prescrizione medica, aiuteranno a combattere l’infiammazione e ridurre il dolore.

Impianto dell’anca

Dopo aver esaurito gli altri trattamenti sopra elencati, l’unica opzione sarà sottoporsi ad un’operazione chirurgica che prevede l’impianto dell’articolazione dell’anca. La sostituzione dell’anca viene di solito eseguita in condizioni gravi come l’artrosi, l’artrite reumatoide, la frattura dell’anca o il cancro alle ossa. Se hai esaurito gli altri trattamenti sopra elencati per alleviare i sintomi, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. Ci sono alcune condizioni che escludono la possibilità di sostituzione dell’anca: morbo di Parkinson, alto rischio di infezione e generalmente scarsa salute.

Dopo aver sostituito l’articolazione dell’anca, ha luogo una fase molto importante del trattamento, cioè la fisioterapia. Gli esercizi più efficaci sono quelli che aumentano la gamma di movimenti e rafforzano i muscoli, senza appesantire troppo l’articolazione. L’obiettivo della fisioterapia è aumentare la forma fisica generale e aumentare la circolazione sanguigna. Camminare, andare in bicicletta, nuotare o fare sci di fondo danno buoni risultati.

Ricorda che non tutti i disturbi dell’anca possono finire con il posizionamento dell’impianto. Molte persone sono in grado di affrontare il dolore applicando i cambiamenti dello stile di vita e i modi in cui abbiamo menzionato sopra.

Condividi la tua opinione…