In che modo il sistema digestivo influisce sulla tiroide?

Molte persone combinano il sistema digestivo con la digestione degli alimenti, fornendo al corpo sostanze nutritive e rimuovendo prodotti metabolici non necessari. Tuttavia, esiste un’altra funzione del sistema digestivo che molti di noi non realizzano. Bene, solo la salute dell’intestino ha un impatto fondamentale sul sistema immunitario, e non solo.

Nel sistema digestivo vivono “miliardi” di batteri che determinano lo stato di salute attuale dell’intero organismo. Perché il corpo funzioni correttamente, l’omeostasi deve prevalere nel sistema digestivo. Se la popolazione di buoni microrganismi diminuisce e la quantità di batteri nocivi aumenta, iniziano i problemi di salute.

Nel contesto della funzione tiroidea, gli intestini svolgono un’altra funzione, ovvero partecipano alla produzione di ormoni T3 attivi.

La prima fase della riparazione della funzione intestinale è determinare la causa della disfunzione. Le cause dei disturbi nel funzionamento del sistema possono essere l’ipotiroidismo, la bassa produzione di acidi nello stomaco, l’infezione, la disbiosi intestinale, l’intolleranza alimentare (specialmente sul glutine) e lo stress.

Il prossimo passo nel trattamento dell’intestino è la rimozione di tutti i potenziali trigger e lo stadio finale sta ripristinando l’integrità della barriera intestinale. La bassa produzione di ormoni tiroidei rende difficile curare l’intestino e l’infiammazione o l’intestino che cola contribuisce alla maggior parte delle malattie, incluso l’ipotiroidismo. Tuttavia, riparare l’intestino è il primo e più importante passo da compiere.

Come ripristinare l’integrità della barriera intestinale e migliorare il funzionamento della ghiandola tiroidea?

La base è uno stile di vita sano, che include il sonno regolare, riducendo lo stress evitando un’eccessiva stimolazione fisica o emotiva, mangiando una dieta ragionevole a base di carne o proteine, grassi buoni, frutta e verdura ed evitando il glutine in caso di ipersensibilità al glutine. Inoltre, includere lo iodio nella dieta. Il sale da tavola iodato di solito non soddisfa i requisiti, perché fornisce solo il 10% di ciò che è necessario per la produzione di ormoni tiroidei. Mangi alghe di mare, pesce di mare e usa sale marino di alta qualità con iodio naturale. Leggere attentamente le etichette degli alimenti ed evitare di mangiare bromo. È usato soprattutto in pasticceria e pasta. Brom compete con lo iodio nella produzione di ormoni tiroidei. Riduci al minimo la tua esposizione a metalli pesanti come mercurio e piombo. Bere acqua di sorgente, se possibile.

Usa DIGESTIVE+++ che aiuta a ripristinare l’integrità della barriera intestinale.

Ipotiroidismo può rallentare il tratto digestivo, causando stitichezza e aumento dell’infiammazione, infezioni e assorbimento alterato dei nutrienti. La stitichezza può alterare il tasso di clearance dell’ormone e causare un aumento dei livelli di estrogeni, che a sua volta riduce la quantità di ormoni tiroidei liberi disponibili per il corpo.

Il probiotico contenuto nel supplemento (Bacillus coagulans) abita il tratto digestivo per garantire il vantaggio di batteri benefici. Aiuta a mantenere l’equilibrio nella flora intestinale e rafforza l’integrità della barriera intestinale, e la miscela prebiotica aiuta a coesistere con un’altra flora benefica. Un ulteriore set di enzimi aiuta nella ripartizione dei grassi e delle proteine ​​fornite con il cibo, che supporta il funzionamento della cistifellea.

Affinché i probiotici funzionino in modo efficace, il trattamento deve essere utilizzato per almeno sei mesi per dare al sistema digestivo un tempo adeguato per ripristinare la normale flora intestinale e rimuovere la flora patogena.

Ricorda inoltre di evitare zuccheri e carboidrati trasformati, perché questi prodotti sono cibo eccellente per la flora batterica e sopprimono efficacemente gli effetti benefici dei coagulani del Bacillus.

Condividi la tua opinione…