Cosa mangiare quando si hanno problemi con la prostata

L’alimentazione ha un ruolo importante nella prevenzione e nel controllo del cancro alla prostata. In alcuni paesi il cancro alla prostata si presenta molto spesso, in altri paesi sono sporadici.

Dove la base della dieta è grasso animale, la malattia della prostata è molto più comune. Al contrario, nei paesi dell’est, dove la base nutrizionale è verdura e carne magra, la morbilità per l’ipertrofia prostatica è molto ridotta.

Prodotti alimentari vantaggiosi alla prostata

Alimenti ricchi di vitamina E. Oltre alle eccellenti proprietà anti-infiammatorie, la vitamina E impedisce l’indurimento della prostata e ha effetti anti-cancro. Inibisce la crescita delle cellule tumorali, in particolare del seno, del colon e del cancro alla prostata. Le migliori fonti naturali e non trasformate di vitamina E sono: verdure a foglia verde, noci, cereali e germogli di cereali.

Soia e altri legumi. Le piante di questo gruppo hanno forti proprietà anti-cancro. La bassa incidenza del cancro in Giappone e in Cina è associata ad un’elevata assunzione di legumi. Le stesse proprietà sono fatte con i prodotti di soia: tofu, latte di soia, proteina di soia. La soia è più raccomandata dai legumi, ma i piselli oi fagioli hanno anche un effetto positivo sulla prevenzione della prostatite. Anche l’erba medica, e in particolare i suoi germogli, è molto importante nella prevenzione del cancro alla prostata.

Zucca. È tra i prodotti raccomandati per le malattie della prostata, grazie ad un elevato contenuto di carotenoidi. Le proprietà dei carotenoidi sono molto ampie. L’attenzione particolare merita la capacità di inibire lo sviluppo del cancro. Aggiungendo queste piante alla vostra dieta può facilitare la diffusione del cancro alla prostata.

Cavolo, broccoli, rapa. Le proprietà antiossidanti di questa famiglia sono considerate molto importanti nella prevenzione di molte malattie. Il cavolo è ricco di vitamina C, cisteina e glucosinolati, che proteggono dai tumori, specialmente dal seno, dal ventre, dalle ovaie, dalla prostata e dal colon. È anche vantaggioso nella prevenzione delle malattie cardiache e dei vasi sanguigni.

Pomodori. Contiene sostanze anti-cancro forti: il licopene e il glutatione.

Pesce grasso (sgombro, sardine, tonno, salmone). I pesci sono ricchi di acidi omega 3. Il consumo di alimenti o integratori ricchi di acidi grassi omega 3 protegge contro il cancro del colon-retto, il cancro alla prostata e il cancro al seno. Previene anche le metastasi e le ricadute del cancro.

Alimenti ricchi di zinco. Lo zinco inibisce la produzione di diidrotestosterone, il cui livello elevato è associato a insufficienza prostatica. Cibi ricchi di zinco: asparagi, borragine, fichi, patate, arachidi, melanzane, anacardi, girasole, cipolla, fagioli, lenticchie, pesche, mandorle, ravanelli, pere, papaya, grano. Prodotti animali ricchi di zinco: frutti di mare (soprattutto ostriche), fegato, uova.

Acqua. Bere molta acqua è molto importante. L’aumento dell’assunzione di acqua può inizialmente peggiorare i sintomi della malattia. Tuttavia, a lungo termine, è molto utile.

Prodotti alimentari nocivi alla prostata

Alimenti ricchi di grassi saturi. C’è un collegamento diretto tra alimenti grassi di origine animale e cancro alla prostata. Le persone che soffrono di infiammazione prostatica sono anche consigliate di non assumere tali prodotti.

Alcol. Si ritiene che l’alcol può aumentare la probabilità di cancro alla prostata.

Stimolanti. L’uso di stimolanti artificiali o naturali (caffè, cioccolato, cacao, cola) non è raccomandato per i pazienti con problemi di prostata.

Condividi la tua opinione…